INCONCRETO » Elenco News » Notizia

Ultim'ora NTC: Norme Tecniche - per la pubblicazione si procederà per step

del 30/09/2017

Norme Tecniche: si procederà per step

Un importante novità sull’iter di pubblicazione delle norme tecniche: durante i lavori della commissione relatrice si è ravvisata la necessità di snellire il documento della Circolare predisposto dalla commissione redatrice. Questa attività, utile anche per completare le verifiche e i confronti sul testo, porterà molto probabilmente all’uscita differenziata delle Norme Tecniche e della Circolare, fino ad oggi prevista in un unico passaggio: un primo provvedimento quindi per le NTC, un secondo per la Circolare e un terzo per gli allegati tecnici.

Le NTC ricordiamo hanno concluso il proprio ITER, salvo un passaggio finale, non previsto nelle precedenti edizioni, in commissione UE. In questo caso è direttamente il gabinetto del Ministro che deve occuparsi della notifica europea. La speranza dei tecnici è che questo passaggio sia compiuto in tempi brevi in modo da fare uscire le Norme Tecniche entro novembre.

Dal Consiglio Superiore arriva comunque l'indicazione che tra la pubblicazione delle NTC e della Circolare non dovrebbe esserci molto tempo.


Nota editoriale: mentre negli uffici tecnici del Consiglio Superiore si continua a lavorare alla definizione dei testi tecnici - e il fatto che si sia valutato, pur attirandosi delle critiche, di dividere in due l'uscita delle NTC e della circolare con l'obiettivo di rendere le seconde più snelle è un fatto tecnicamente positivo - sembra che siano invece gli uffici del Ministro a non correre: la voce che circola è infatti che il documento (NTC) non sia ancora stato spedito a Bruxelles per l'ultima verifica, malgrado sia stato completato da alcuni mesi. Speriamo che si tratti di voci infondate perchè a detta dei tecnici che hanno lavorato al documento i miglioramenti del nuovo testo rispetto a quello del 2008, soprattutto per quanto riguarda il capitolo 8, sono importanti e vista la necessità per questo Paese di ridurre la vulnerabilità sismica del patrimonio esitente è un peccato che le norme non escano. Come abbiamo detto, speriamo.

di Andrea Dari

Notizia letta: 9488 volte

    

Torna alla Lista News »