INCONCRETO » Elenco News » Notizia

ISOTEX, efficienza energetica senza ponti termici!

del 02/10/2017

Come risolvere le problematiche di dispersione termica di un edificio e dire basta a muffa e condensa interstiziale. In sintesi: come eliminare i ponti termici?

 
La normativa vigente, i DM del 26/06/2015 attuativi della legge 90/13 sull’efficienza energetica, che definisce il sistema di attestazione della prestazione energetica di un edificio (APE) - comprendendo, fra l’altro, i criteri generali oltre alle metodologie per il calcolo e la classificazione degli edifici - fornisce ai progettisti indicazioni sulle verifiche termo-igrometriche da effettuare (fonte ANIT Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico e acustico www.anit.it), più restrittive rispetto al regolamento precedente. In particolare, in tutti gli ambiti applicativi, per nuove realizzazioni, in caso di ristrutturazione o riqualificazione energetica, la norma prescrive l’assenza del rischio di muffa, con particolare attenzione ai ponti termici nei nuovi edifici, e non è più ammessa la formazione di condensa interstiziale.
 
Da un punto di vista progettuale, si tratta di valutare le discontinuità dell’edificio, strutturali, costruttive, per forma geometrica o dei materiali, che determinano zone dell’involucro termico dove il flusso di calore fra l’interno e l’esterno differisce (in genere è maggiore) rispetto al resto delle strutture: i cosiddetti ponti termici. Questi punti ‘deboli’ influiscono sia sul piano energetico con un peggioramento dell’isolamento complessivo e maggiori dispersioni di calore, sia sul fronte del benessere abitativo, perché possono portare alla formazione di muffe e condense (passaggio di stato dell’umidità su una superficie più fredda) all’interno della casa.
 
Il sistema costruttivo Isotex con posa a secco, costituito da blocchi cassero e solai in legno cemento, consente di eliminare i ponti termici grazie allo studio e alla produzione di ‘pezzi speciali’ che mantengono la stessa coibentazione di tutta la parete e solaio dell’edificio.
 
I progettisti possono disporre di soluzioni semplici nella posa, che risolvono tutte le problematiche strutturali e costruttive (https://www.blocchiisotex.com/termografie-edifici-isotex/):
 
blocco CORREA per l’isolamento del cordolo solaio, blocco universale (UNI) per la realizzazione di angoli esterni e blocco per angoli interni, mezzo blocco per architrave (AUSG), blocco SPALLA per porte e finestre.
 
 

di ISOTEX

Notizia letta: 1395 volte

    

Torna alla Lista News »